La storia del gruppo Caritas

La nascita del gruppo "Caritas parrocchiale" è stata preceduta da una serie di incontri formativi e di sensibilizzazione (aprile/giugno 2007) durante i quali sono stati approfonditi questi temi:

  • Le motivazioni teologiche che stanno a fondamento del servizio della carità.

  • Storia dell'attuale Caritas in Italia.

  • Funzionamento e attività della Caritas Italiana e delle Caritas Diocesane.

  • Il gruppo parrocchiale caritas; alcune realtà già esistenti.

  • Coordinamento con lo stato sociale nel territorio. (servizi sociali, enti, .......)

  • Analisi e ricerca delle "povertà" nella nostra parrocchia e nel nostro territorio.

Dopo questi incontri, che hanno coinvolto una ventina di persone, è stato deciso di costituire il gruppo Caritas parrocchiale.
Il primo atto concreto è stata l' apertura di un centro di ascolto presso il patronato, in un locale appositamente destinato con la presenza di due operatori.
Lo sportello è aperto il lunedì e venerdì dalle 16:00 alle 18:00.
Il centro di ascolto è attivo dal 18 giugno 2007.

 

Sintesi di un anno di cammino: . . marzo 2007 – maggio 2008 . . .

E' stata una partenza in "punta di piedi" perchè non c'era esperienza ne programma ma solo affidamento alla preghiera e allo Spirito Santo....

marzo 2007):la prima preoccupazione fu nell'individuare un locale adatto all'accoglienza, senza barriere all'accesso e dotato di un telefono.

maggio 2007):fu predisposto un calendario sia per il giorno d'apertura e gli orari dello sportello sia per gli incontri mensili del gruppo dedicati alla formazione, alla preghiera e all'evolversi della situazione dei bisogni emersi nel mese trascorso.

giugno/luglio 2007): si è caratterizzato per il poco movimento allo sportello ma durante questi mesi si sono raccolti dati sulla situazione dei disagi e/o solitudini presenti nella nostra parrocchia e su come far conoscere questo nuovo servizio.
E' stata predisposta una scheda attraverso la quale sono state raccolte notizie su cosa l'operatore caritas può mettere a disposizione in termini di servizio, tempo e competenze.
E' stato consegnato il primo comunicato, assieme al bollettino, ad ogni famiglia della comunità.

settembre/ottobre 2007): dal mese di settembre nel nostro bollettino parrocchiale sono state inserite le informazioni sulle modalità di accesso allo sportello caritas. (giorni ed orario)
Ci sono stati degli incontri formativi e di informazioni pratiche per la gestione del gruppo con Don Gianfranco direttore della caritas diocesana che non ci ha mai fatto mancare il suo appoggio.
Domenica 28 ottobre si è svolto nella nostra sede l'incontro diocesano per gli animatori delle caritas parrocchiali.

novembre/dicembre 2007): sempre più persone hanno cominciato ad avvicinarsi al servizio di sportello portando le loro richieste... ( cibo, vestiario, scarpe, ricerca di lavoro, ricerca di alloggi, ricerca di mobili ecc.) abbiamo approntato il servizio di trasporto per due persone che dovevano fare dei cicli di terapie.
A Natale sono stati portati gli auguri, con il dono di un panettone, ad alcune persone sole o ricoverate.
E' stato realizzato e distribuito, in tutte le famiglie della parrocchia, un pieghevole della caritas con tutte le informazioni utili.

primavera 2008): E' stato organizzato un corso di formazione, aperto a tutti gli operatori caritas del vicariato, che si è tenuto nei mesi di marzo ed aprile.
Il programma delle serate ha avuto per argomento:

  1. I poveri e le risposte della città di Padova. Relatore Davide Rampazzo

  2. La Caritas Diocesana e le Caritas Parrocchiali. Le opere segno e le attenzioni al territorio. Relatore Don Gianfranco Zenatto

  3. Elementi di comunicazione e di ascolto efficace. 1^ Relatrice Barbara Vettorato

  4. Elementi di comunicazione e di ascolto efficace. 2^ Relatrice Barbara Vettorato

maggio 2008): durante il mese di maggio è stato riproposto il pieghevole di informazioni sulla caritas parrocchiale.
Il gruppo Caritas, vista la mole crescente di lavoro ed impegni, ha migliorato la propria struttura organizzativa nominando il coordinatore e l'aiuto coordinatore, la segretaria e l'aiuto segretaria, il tesoriere.
E' stato deciso di organizzare il primo Mercatino Caritas allo scopo di creare un minimo di fondo cassa, indispensabile per raggiungere gli scopi del nostro gruppo e soddisfare i bisogni di chi si rivolge allo sportello.
Il 10 maggio, nella nostra sede, si è svolto il convegno sul tema:

SAPER ASCOLTARE

ESSERE ASCOLTATI E' UNA MEDICINA

Organizzato dall'associazione V.A.d.A.-Civitas Vitae onlus e dalla Caritas Parrocchiale Mandria
con il patrocinio dal Centro Servizi Volontariato Provinciale Padova.

 

Resoconto attività 2008/2010 pubblicato per la S. Pasqua 2010.

La piena operatività del gruppo Caritas parrocchiale risale a luglio 2007.

L'attività prende una consistenza e migliore organizzazione da gennaio 2008.

Abbiamo raccolto tutti i dati del lavoro svolto da gennaio 2008 a febbraio 2010.

Situazione di chi ha trovato assistenza: totale persone/gruppi familiari 125

 

provenienza

%

nazionalità

%

Stato civile

Nostra parrocchia

32

Italia

23

Sposati il 41% del tot.

Con figli il 50% del tot.

N. totale figli 119

Ogni madre ha in media circa 2 figli

Centro Mondo Amico

12

Romania

19

Vicariato

14

Moldavia

13

Comune di Padova

22

Nigeria

12

Altri comuni (16 comuni)

20

Marocco

10

 

 

Altre nazioni (12 paesi)

23

 

 

Sono stati distribuiti da gennaio 2008 a febbraio 2010 un totale di 636 pacchi di cui 310 di alimenti, 233 di vestiario e 93 di altri generi.

 

L'andamento o meglio la tendenza, considerando che l'anno lavorativo per noi parte da settembre a luglio dell'anno successivo, confrontando settembre 2008/agosto2009 rispetto ai primi 6 mesi del 2009/2010 è praticamente un raddoppio dell'attività del nostro sportello +121% passando da una media di 5,7 a 12,7 pacchi a settimana.

. . . . e questo può aiutare a riflettere sul tipo di organizzazione che siamo tenuti a darci, che siamo tenuti a coltivare adattandola alla realtà che muta.

 

Che cos'è Caritas Parrocchiale

Il Gruppo Caritas è l'organismo pastorale incaricato di promuovere la testimonianza della carità nella prospettiva di una giustizia sociale che, nel rispetto della dignità della persona umana, dà una particolare attenzione alle persone bisognose.

nell'attuale momento storico, si constata una crescita quantitativa dei poveri ed un'estensione di nuove povertà: umane, spirituali, materiali... alcuni esempi..

  • Famiglie senza reddito o con redditi insufficienti, lavoro precario, disoccupazione ancora in aumento.

  • Crisi economica che non permette di affrontare spese di mutui, affitti, bollette . . .

  • Emigrati particolarmente vulnerabili per quanto detto sopra, a volte sfruttati.

  • Gli Italiani in situazione di particolare vulnerabilità sono in aumento (le cause sono varie; perdita del reddito, separazione familiare, indebitamento, …)

  • Donne con esperienze pesanti lasciate sole e spesso rimaste sole anche nel crescere i figli.

  • Anziani non autosufficienti, soli e bisognosi di cure o di compagnia.

  • Giovani con crescenti domande e spesso carenti di relazioni umane significative.

  • Forme di violenza nascoste o palesi nelle famiglie e in gruppi variamente organizzati.

Come opera Caritas Parrocchiale:

Rispondendo ai bisogni materiale di queste persone distribuendo ciò che la generosità dei parrocchiani offre come aiuto, inoltre le persone che si rivolgono allo Sportello trovano i volontari Caritas, persone che si adoperano, a nome della parrocchia, per

  • Accogliere ed ascoltare i loro specifici problemi.

  • Aiutare nella ricerca di una soluzione condivisa attivando contatti con: I servizi sociali del comune, Le agenzie per il lavoro, I gestori di luoghi per dormire, mangiare o fare una doccia oppure indirizzandoli nei luoghi opportuni per ricevere assistenza sanitaria o sostegno al reddito attraverso gli sportelli del fondo straordinario di solidarietà, altrimenti, per problematiche particolari, vengono indirizzati alla Caritas Vicariale o Diocesana.

  • Erogare direttamente il servizio di assistenza, come ad esempio: La distribuzione di pacchi alimentari e vestiario, scarpe ed altri beni che sono nella nostra disponibilità.

Dove e quando

Il gruppo che anima Caritas Parrocchiale è costituito da circa 15 di volontari che operano all'interno del Patronato ed ogni ultimo lunedì del mese il gruppo si riunisce per pregare, per formarsi, per discutere delle problematiche emerse, per programmare l'attività e non per ultimo per verificare efficacia e coerenza del lavoro svolto.

Alcuni volontari, particolarmente preparati ed inclini, animano il Centro di Ascolto che è aperto tutte le settimane, presso il patronato, il lunedì ed il venerdì dalle ore 16:00 alle ore 18:00.

Resoconto attività pubblicato in occasione della festa patronale, settembre 2013.

dal pieghevole stampato per l'occasione:

CARITAS PARROCCHIALE

Chi siamo:

Nata nel 2007è l'organismo pastorale istituito per animare la parrocchia, con l'obiettivo di aiutare tutti a vivere la testimonianza, non solo come fatto privato, ma come esperienza comunitaria, costitutiva della Chiesa.” - (Caritas Italiana) Siamo un gruppo di circa 15 volontari che opera certamente in prima persona ma per conto della comunità in un rapporto di rete con vicariato, diocesi, enti pubblici, mondo del lavoro e mondo del volontariato...

Cosa facciamo:

Nel centro di ascolto (sportello) conosciamo ed entriamo in relazione con persone, realtà e situazioni. Interveniamo sul bisogno sia con l'aiuto immediato (cibo e vestiario) ma sopratutto dando informazioni e prestando interessamento al fine di favorire la soluzione o la riduzione dello stato di bisogno delle persone stesse.

Cosa non vogliamo essere:

un freddo centro di distribuzione di pacchi dove il rapporto con la persona si esaurisce con la semplice consegna del “dono”.

Cosa vorremmo diventare:

promotori di relazioni significative in una logica di dare e avere, inteso come scambio cioè offrire un servizio, una parola, un dono, chiedendo in cambio (dove possibile) un “ritorno” di azioni, di relazioni, di fiducia, di carità.

In breve diventare sempre più capaci di promuovere le risorse, le potenzialità di ogni persona; incrementare dignità e mettere risorse in circolo.

In futuro:

La Diocesi ci invita ad agire sulle povertà ma anche sul valorizzare le risorse rappresentate da ciò che ogni persona, tutte le persone, possono portare. Siamo chiamati a progettare assieme un percorso che porti velocemente all'autosufficienza, all'equilibrio tra risorse proprie e necessità della vita quotidiana, nella dignità.

Per raggiungere questo alto obbiettivo la Diocesi ha messo in campo risorse e persone per realizzare i CDAVx cioè un luogo, un tempo, delle persone dedicate solo ed esclusivamente all'ascolto.

Un acronimo che è anche simbolo:CDAVx, Centro Di Ascolto Vicariale delle Povertà E delle Risorse. Le ultime tre lettere sono rappresentate dalla x che si può leggere "PER" come acronimo di Povertà E Risorse ma si può leggere anche "X" come l'incognita nei simboli della matematica. È in apice, come gli esponenti delle potenze. CDAV elevato x. Il Centro di Ascolto vicariale cerca di promuovere la Carità (elevare la comunità che è fatta di povertà e risorse) ma i frutti sono incognite che non conosciamo ma in cui speriamo perché le relazioni, il Centro di Ascolto, l'impegno a curare e creare reti, sono una potenza.

 

Dallo stesso pieghevole: Alcune cifre relative all'anno 2012 nel quale, in 43 settimane di attività, sono stati distribuiti:

Alimenti Kg. 7.500

Vestiario n. pezzi 3.305

n. persone aiutate 158 di cui le famiglie sono state 77

La Missione

Angolo delle Curiosità

Orari Messe

SABATO

18:30 Mandria

DOMENICA

08:00 Mandria
08:30 Voltabrusegana
10:00 Mandria
11:00 Voltabrusegana
19:00 Mandria

Il Parroco

don lorenzo

DON LORENZO VOLTOLIN
Tel. 049.685508
Cell. 340.7223749  -  339.6007243
mandria@diocesipadova.it

Vangelo del giorno

 Sito ufficiale della Parrocchia della N.B.V. Maria alla Mandria

Telefono: 049 715 283 (Parroco) - 049 715 629 (Centro Parrocchiale)